Jucy & Campeggi USA

Jucy Trailblazer

Quando decidemmo di partire per il nostro lungo tour dei Parchi d’America, inizialmente cercammo su internet camper da noleggiare, in pieno stile americano. Tuttavia notammo diversi lati negativi… sono costosissimi, sia in termini di noleggio che di consumo benzina, sono notevolmente grandi e non molto agevoli da guidare e parcheggiare. Durante la notte è necessario trovare dei luoghi attrezzati per parcheggiarli ed attaccarli alla corrente, oltre al fatto che sei costretto a dormire al chiuso, che può essere comodo in caso di temperature rigide, ma un peccato se è bella stagione e fa caldo.

Insomma… non ci convincevano proprio, quel che avevamo in mente era qualcosa di molto più flessibile e facile, che ci desse la libertà di viaggiare e dormire dove volevamo senza troppe complicazioni.

Dopo un lungo cercare alla fine la trovammo… Jucy!

Jucy Trailblazer

Il nome tecnico dell’auto che vedete in foto è Jucy Trailblazer e fa parte del parco auto dell’agenzia Jucy, di cui vi lascio il link qui di seguito.

https://www.jucyusa

Questa compagnia di noleggio (auto e mini RV) è di origine neo zelandese, dove questa modalità di viaggio è molto utilizzata. Anche negli Stati Uniti è molto attiva, sebbene in autostrada si incontrino mezzi di ben altra dimensione e grandezza, tanto da far sembrare la nostra quasi piccolina!

Indagammo un po’ sul sito, che vi invito a guardare perché davvero completo e ben fatto, e dopo l’esperienza positiva confermata da una coppia di nostri amici, scegliemmo che Jucy faceva per noi!

Ma cosa ha quest’auto di particolare??

Durante il giorno Jucy è comodissima da guidare, poiché è agevole come una qualunque auto (di certo anche più piccola di molti pickup che vedrete girare lungo le strade Americane), inoltre offre il vantaggio di poter portare sempre con voi le valigie, senza necessità di caricarle e scaricarle ad ogni motel in cui dovreste fermarvi per dormire.

Durante la notte diventa un comodo giaciglio. Volendo si potrebbe dormire all’interno, sui sedili reclinabili posteriori, ma Io&Fabio non l’abbiamo mai sperimentato perché la tenda sopra il tettino è davvero comodissima. Innanzitutto è facile da montare/smontare, è dotata di un soffice materassino, è posizionata sopra la macchina perciò non rischierete di ritrovarvi fastidiosi animaletti provenienti dal terreno e ci si sale con una scaletta a disposizione nell’auto. Insomma tutti i vantaggi di un letto, ma con la bellezza di dormire in tenda, all’interno di un parco, sotto le stelle, avvolti nel profumo di fiori e resina e accompagnati dal cinguettio degli uccellini all’alba.

Ma cosa fare se fa freddo/caldo? Io&Fabio abbiamo dormito sia in notti con la tipica calura estiva sia in notti vicino allo zero. Beh è tutto molto facile.. in caso di caldo si possono tenere aperte alcune cerniere che permettono all’aria di circolare, pur tenendo le retine chiuse evitando così fastidiosi insetti. In caso invece prevediate temperature rigide vi consiglio di chiudere tutte le cerniere, di avvolgervi nei pile che troverete in dotazione, ma soprattutto di portarvi da casa dei caldi sacchi a pelo, indispensabili nel caso facesse molto freddo… è pur sempre una tenda!

Grazie a Jucy abbiamo potuto dormire direttamente all’interno dei Parchi, evitando file all’ingresso o lunghe tratte in macchina per coprire le distanze Hotel-Parco, oltre chiaramente al risparmio economico.

Dovete sapere poi che i Parchi americani sono attrezzatissimi, vista la diffusa cultura di viaggiare in camper o andare in campeggio, perciò troverete aree sosta attrezzatissime, con bar, bagni, docce calde, lavanderie, piscine, parchi giochi, “fire ring” personali dove accendere il fuoco, panche e tavoli in legno dove cenare o fare colazione appena svegli… perché con Jucy potrete cucinarvi la vostra colazione o cenetta direttamente appena svegli! Il cofano sul retro è dotato di tutto il necessario: lavandino, frigo, fornelli, tagliere, padelle, pentole, posate… tutto!

Infine, ultimo grande lato positivo di Jucy, potrete prelevarla da una città e consegnarla in un’altra (chiaramente ciò avrà un costo). Noi ad esempio la prelevammo da Los Angeles e la riconsegnammo a San Francisco! Sul sito web in ogni caso potete provare a fare simulazioni ed avere preventivi indicativi! Potete anche aggiungere eventuali accessori addizionali a pagamento. Tra quelli a disposizione, vi consiglio di inserire sicuramente il Kitchen kit (utensili molto utili per cucinare) e il Bedding kit (cuscini, coperte etc). Eviterei invece di prendere il GPS (se sarete dotati di scheda telefonica con navigazione Internet), tavolo e sedie (utili, ma occupano spazio all’interno) e il Winter pack (personalmente ho preferito portare il mio sacco a pelo e guanti personale, ma valutate voi se avete sufficiente spazio in valigia da portarveli).

Ok ho prenotato la mia Jucy (o acquistato la mia tenda o noleggiato il mio super camper), ma ora come mi organizzo con i Campeggi????

I Campeggi USA

Cosa sapere prima di prenotare

Gli Stati Uniti d’America hanno una profonda cultura del viaggi in Camper o in campeggio, perciò non faticherete a trovare Campeggi ben attrezzati e prenotabili anticipatamente, così come aree di sosta a disposizione non prenotabili (regola chi prima arriva trova posto). Io&Fabio abbiamo dormito sempre in campeggi prenotati prima, perciò vi parlerò di questa tipologia.

Innanzitutto dovete sapere che i Campeggi migliori sono quelli all’interno dei Parchi, più naturalistici, ben attrezzati, immersi nella natura. Unico svantaggio: i posti finiscono prestissimo, perciò vi consiglio caldamente di muovervi con notevole anticipo, anche mesi prima. I siti dove prenotare sono quelli ufficiali del governo (quei siti che finiscono con .gov), tra l’altro molto molto utili per informarsi sul Parco, orari, entrate ed eventuali alert.

Prenotare è molto facile, una volta capita la logica del sito e quale piazzola prenotare. Dovete solo stare infatti che quest’ultima sia della tipologia giusta per voi, visto che ne esistono di diversi tipi:

  • Tent site“: piazzole dedicate a sole tende dove i mezzi a motore non sono accettati
  • Tent&RV site“: piazzole dedicate a tende e mezzi a motore di fascia auto/RV (nel caso specifico Jucy rientra nella fascia RV – recreational vehicle), che a seconda del campeggio, possono essere dotate o meno di attacchi elettrici o acqua corrente
  • Camper site“: piazzole per Camper. Generalmente dove può andare il Camper può andare anche Jucy, ma con diversi svantaggi: costa di più poiché è una piazzola dotata di tutti gli attacchi per camper, che non potrete comunque usare, e probabilmente vi ritroverete accerchiati da Camper enormi, non molto naturalistico insomma, ma se non trovate nessun altro posto può essere un’alternativa.

Qui di seguito alcuni altri termini tecnici che potrebbero esservi utili in fase di prenotazione.

  • Hook-up/full hook-up: allacci (ad esempio gli allacci elettrici per auto o Camper). Quando prenotate la vostra piazzola è specificato se sono disponibili, in parte o assenti.
  • Fire ring: punto dove poter accendere un proprio fuoco davanti alla propria tenda o auto o camper. Non tutte le piazzole ne sono dotate, fateci caso in fase di prenotazione se ne volete uno!
  • Coin showers: docce che funzionano con la monetina
  • Laundry: lavanderie

Se non riusciste a trovare un posto nei Campeggi del Parco Nazionale, allora.. basta che cerchiate su Internet “Mini RV Camping in zona XXX” e la ricerca vi restituirà i Campeggi a disposizione. Andate sul sito di ciascun campeggio ed indagate! Booking non funziona per i campeggi! A volte sarà possibile verificare le disponibilità e prezzi on line e prenotare direttamente sul sito, a volta sarà necessario inviare una mail per avere conferme ed informazioni! Non perdetevi d’animo!

Nel caso in cui vi trovaste davvero in difficoltà a trovare un posto vi consiglio il circuito KOA Camping. Sono un circuito di Campeggi MOLTO turistici, davvero poco naturalistici, in genere fuori mano, ma per questo dotati di ampi spazi e quindi numerosi posti. Sono molto ben attrezzati ed offrono spesso sconti. Potete scaricare anche l’app per cellulari.

I Campeggi: link e qualche consiglio

Qui vi lascio link, dettagli ed altri consigli sui Campeggi che abbiamo notato o direttamente sperimentato durante il nostro viaggio!

Grand Canyon

Non so se lo sapete, ma il Grand Canyon è enorme ed è diviso tra South Rim e North Rim. Andare da un Rim all’altro potrebbe richiedere ore di macchina, perciò programmate bene quale Rim volete visitare e dove dormire di conseguenza!

Questa è la pagina degli NPS (National Park Service Camping) Camping all’interno del Parco del Grand Canyon. https://www.nps.gov/grca/planyourvisit/camping.htm

Il Parco offre due campeggi Nazionali riservabili con anticipo:

  • il North Rim Campground
  • il Mather Campground on the South Rim, dove abbiamo dormito e di cui vi lascio il link qui di seguito! https://www.recreation.gov/camping/campgrounds/232490 Questo è stato di sicuro uno dei più bei Campeggi in cui abbiamo dormito, immerso nel bosco, piazzole ben distanti tra loro, fire rings, tavoli e panche in legno a disposizione per la colazione. Bagni, docce e laundries vicine raggiungibili a piedi, supermercato fornitissimo a portata di auto e, cosa da non sottovalutare, essendo dentro al Parco, abbiamo evitato le lunghissime code in entrata la mattina! Così da poterci svegliare, fare colazione con calma ed andare direttamente ad ammirare il Grand Canyon senza stress!
Grand Canyon Mather Campground on the South Rim

Lake Powell (base per Antelope Canyon)

Lake Powell è stato il Camping che più ci ha sorpreso tra tutti quelli sperimentati durante il nostro viaggio. Il lago Powell è un lago artificiale creato sul fiume Colorado, al confine tra Colorado e Utah, con la costruzione della diga di Glen Canyon ed è lungo quasi 300 km! E’ un vero e proprio luogo di villeggiatura dove troverete famiglie di Americani con i loro grandi Camper, che soggiornano lì per godersi aria buona, sole, caldo e farsi dei bei giri in barca sul lago. Qui noi infatti abbiamo trovato un bellissimo clima estivo (era fine aprile) ed un sole caldo ed accogliente! Inoltre Lake Powell è un ottimo punto strategico da usare come base per visitare Antelope Canyon e Horseshoe Bend. Il nostro Camping si chiamava Wahweap RV & Campground, di seguito il link, https://www.lakepowell.com/rv-camping/wahweap-rv-campground/ e ci siamo ritrovati in uno scenario splendido, una vera e proprio piccola città, nata su questo enorme lago per accogliere Camper e Mini van, con tutti i servizi necessari.

Zion

Zion è un altro di quei Parchi in cui bisogna cercare assolutamente di dormire in un camping al suo interno, perché è gigante, bellissimo, ben attrezzato con i suoi trenini che ti trasportano lungo tutto il suo interno e soprattutto perché per entrare rischiate lunghe file in auto. Noi purtroppo, pur muovendoci in anticipo (ma non a sufficienza), non siamo riusciti a trovare posto all’interno e ci è dispiaciuto tantissimo, poiché ci siamo tornati due giorni di seguito (il parco è grande e c’è molto da vedere) macinando svariate miglia ogni volta dal Camping all’esterno. Quindi… cercate di affrettarvi e prenotare uno dei due Camping al suo interno: South and Watchman Campgrounds, dove troverete anche ristoranti, bar, un piccolo paesino insomma, dove potrete abbandonare l’auto e vivere in totale relax per un po’.

https://www.nps.gov/zion/planyourvisit/campgrounds-in-zion.htm

Se invece non doveste trovar posto, vi suggerisco il Camping KOA (dove abbiamo ripiegato noi), che tuttavia è un po’ distante e decisamente poco naturalistico.

https://koa.com/campgrounds/st-george/

Sequoia

Anche in questo caso avremmo potuto prenotare un campeggio all’interno del Parco, il Sequoia & Kings Canyon National Forest (due Parchi adiacenti in realtà ma gestiti unitamente), tuttavia considerano il periodo dell’anno in cui abbiamo soggiornato qui (primavera) abbiamo preferito dormire fuori dal Parco, ad un’altitudine minore, considerate le basse temperature.

Il Parco in questione infatti, il Sequoia & Kings Canyon National Park, è in zona di alta montagna, con paesaggi tipicamente alpini e foreste di conifere, a 2.000 metri di altitudine, difatti in primavera, periodo in cui lo abbiamo visitato, c’era ancora la neve e temperature nella notte ben al di sotto dello zero. Tuttavia, se doveste visitarlo in periodi più miti o volete comunque dormire al suo interno, troverete diversi campeggi prenotabili, al consueto sito ufficiale: https://www.nps.gov/seki/index.htm.

Il nostro Camping, il Sequoia RV Ranch, http://www.sequoiarvranch.com/, è bellissimo, attrezzato con laundry, bagni e docce calde, ma anche molto naturalistico, completamente immerso in un bosco, molto spazio tra un piazzola e l’altra tanto da non vedere il Camper accanto. La nostra piazzola è immersa tra gli alberi, con la riva del fiume a pochi metri e una bella panca con tavolo in legno dove mangiare e fare il fuoco. Non avremmo potuto desiderare di meglio! Qui il clima è molto piacevole, fresco ma mai freddo. Siamo a fine aprile e di giorno giriamo in t-shirt e felpa, di sera ceniamo fuori con un pile e di notte stiamo ben caldi nei nostri sacchi a pelo.

Sequoia RV Ranch

Campeggio: come muoversi e cosa portare

Molto utile, inizialmente sottovalutato, scaricarsi le mappe dal sito del campeggio. Le potete stampare o salvarvi una foto sul vostro cellulare, perché alcuni Campeggi sono dei veri e propri labirinti, tra circuiti di piazzole e servizi vari.

MI RACCOMANDO, cercate se potete di arrivare nei Campeggi finché c’è luce. Dipende molto dalla tipologia di Campeggio, dai meno attrezzati e naturalistici ai più turistici, ma in caso arrivaste col buio potreste avere difficoltà ad individuare la vostra piazzola. Inoltre potreste aver superato l’orario di accesso alle docce o ad altri servizi utili.

Cosa mi porto in Campeggio? Ecco una lista per voi!

  • spray anti-zanzare
  • torcia (FONDAMENTALE), molto utile quella che si lega in testa tipo piccoli minatori o speleologi (comoda quando andrete in bagno col buio e avrete le mani impegnate con asciugamani, spazzolino e dentifricio)
  • lucine di vario genere, per mangiare la sera all’aperto o leggere un libro la notte nella vostra tenda
  • sacco a pelo se fa freddo
  • detersivo per i panni e foglietti acchiappacolori per la lavanderia
  • asciugamani leggeri che si asciugano con rapidità, accappatoio
  • beauty da bagno con fascetta per appenderlo nei bagni o nelle docce
  • filo e mollette per appendere panni bagnati
  • creme solari se fa caldo
  • indumenti comodi, calzini alti, scarpe da ginnastica, ma in generale… NON portate tanti vestiti perché i campeggi sono pieni di laundry (con lavatrici ed asciugatrici) dove potrete lavare ed asciugare i vostri vestiti

Cosa mangio in Campeggio? Ecco una lista per voi!

  • thè da preparare con bollitore
  • caffè solubile
  • latte, latte al cioccolato (nei supermercati americani se ne trovano di buonissimi!)
  • succhi di frutta
  • cioccolata
  • cereali, muesli
  • pane in cassetta
  • uova strapazzate
  • lattine di legumi
  • scatolette di tonno, insalata, formaggi spalmabili o salse per sandwich
  • scatolette di tonno, mais, pomodori, insalata per insalatone
  • carne in scatola
  • zuppe in scatola
  • pasta con sughi semplici (una sera abbiamo fatto pasta e ripassata in padella con piselli in scatola e formaggio spalmabile tipo philadelphia… ottima!)
  • verdure da fare in padella
  • carne macinata e pane per fare gli hamburger
  • frutta fresca (nei supermercati ne troverete di buonissima, contenitori enormi di frutta esotica già fatta a pezzi e comodissima da mangiare come snack, oltre che sana…)
  • e se volete fare il fuoco da veri americani… marshmallow allo spiedo!

Beh spero di esservi stata d’aiuto, vi auguro una meravigliosa avventura on the road!

Leave a Comment