Rocca Calascio da favola

C’è un paese in provincia dell’Aquila che ha qualcosa di magico, un’atmosfera da favola medievale che ha fatto da scenografia a uno dei miei film d’infanzia preferiti: Lady Hawke (il Falco e il Lupo nella versione italiana). Nella storia del film, due amanti venivano condannati a rimanere separati per sempre da una maledizione terribile, che trasformava lei in falco di giorno e lui in lupo di notte, così che nessuno dei due avesse sembianze umane contemporaneamente. Una delle scene è girata proprio a Rocca di Calascio, che a prima vista nel film potrebbe essere scambiata con qualche paesaggio scozzese, mentre in realtà è proprio qui in Italia a portata di auto!

Il Castello
Rovine del Castello

La Rocca si trova appunto in Abruzzo, in provincia dell’Aquila, nel territorio di Calascio, il paese vicino. Si trova ad un’altitudine di 1460 metri ed è famosa proprio per la presenza di questo meraviglioso Castello Medievale, tra i più elevati in Italia, che rientra meritatamente tra i principali simboli d’Abruzzo. La Rocca è ricompresa nel più vasto territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Il Castello si trova nella parte più alta del Borgo Medievale, che si sviluppa lungo il sentiero che da Calascio sale alla Rocca. Il Borgo è ormai totalmente disabitato, della parte alta infatti rimangono solo i ruderi di quel che era il Castello, distrutto a seguito di sisma avvenuti nel tempo, mentre la parte bassa abitata fino al secondo dopoguerra è ora abbandonata anch’essa.

Lungo i sentieri e dall’alto del Castello si può ammirare la Chiesa di Santa Maria della Pietà, con la caratteristica forma ottagonale, meta tuttora di fedeli.

Chiesa di Santa Maria della Pietà

I sentieri

Da Calascio a Rocca Calascio: c’è un sentiero molto piacevole, facile e breve, che da Calascio sale alla Rocca. Potete arrivare, se non volete camminare troppo, con l’auto fino al paese e lasciarla al parcheggio per poi proseguire salendo verso la Rocca. In primavera/estate è di sicuro il momento migliore per visitarla, visto che in inverno potreste trovare neve data l’altitudine. Il mio consiglio è di andarci in una bella giornata estiva, lasciare l’auto a Calascio e farsi una bella passeggiata alla Rocca e consumare un pranzo al sacco. Se vi attardate fino a sera vedrete man mano le persone che andranno via a casa o a cena al paese e probabilmente rimarrete solo voi, la Rocca, il silenzio e le stelle. Sarà bellissimo ammirare le luci e i paesi da lontano, sarà come vedere il mondo dall’alto, nel più totale silenzio e quiete. Inoltre, se siete appassionati di stelle e di astrofotografia, qui in estate la vista è mozzafiato ed è possibile fotografare la via Lattea con notevoli effetti.

L’unico consiglio, nel caso vi attardaste fino al calar della notte, è di portare con voi una torcia poiché non ci saranno luci sulla via del ritorno (motivo per cui è così facile ammirare il cielo stellato, senza nessun inquinamento luminoso).

Da Santo Stefano di Sessanio alla Rocca: questo sentiero è bellissimo, noi l’abbiamo percorso in una fresca giornata di sole ed è stato piacevolissimo. Si lascia l’auto a Santo Stefano di Sessanio, paesino molto carino che vi consiglio di visitare magari al ritorno dalla Rocca. Da qui, dopo un breve tratto su strada asfaltata per lasciare il paese, si prosegue nel verde, e si inizia a salire gradualmente. La durata per arrivare alla Rocca è di circa un’oretta, quindi calcolate un’altra ora per tornare all’auto, a meno che non vogliate ritornare prendendo il bus che da Calascio riporta a Santo Stefano.

Sentiero verso la Rocca
Vista Chiesa dalla Rocca
Calascio paese

Leave a Comment